Comune di Menconico

Comune di Menconico

Chiesa S. Pietro

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: presenta il profilo del tetto a capanna spezzata. Alle due estremità, due paraste a tutta altezza intonacate. Il portale (in legno a riquadri cesellati) è inquadrato da altre due paraste di maggior spessore rispetto alle precedenti: il punto in cui si uniscono, proprio sotto la cornice del tetto, è evidenziato da una croce ad incavo. Nella parte superiore compresa tra le paraste centrali e quelle laterali, due finestrelle ad arco a tutto sesto. L’ingresso è caratterizzato da una piccola edicola con arco a tutto sesto. Al disopra due alte monofore ad arco a tutto sesto, sormontate da grossa finestra ad oculo con vetrata a colori. Addossato al lato sinistro della chiesa, lo spazio destinato alle cappellette interne, caratterizzato da tetto a falda unica inclinata: la facciata presenta una piccola monofora dalle caratteristiche uguali a quelle precedentemente descritte; sopra questo spazio, quattro alte monofore ad arco a tutto sesto; sul fondo, il campanile intonacato e dipinto, i cui piani sono scanditi da piccole feritoie. Il lato destro della chiesa presenta le stesse caratteristiche del lato sinistro. Esternamente l’abside è decorata con lesene a tutta altezza. Interno. Il lato destro e sinistro sono scanditi da quattro cappellette per parte. Si accede alle cappellette (che risultano uguali stilisticamente ed architettonicamente) superando un gradino; esse presentano un arco a tutto sesto e due monofore a strombature (quelle visibili anche all’esterno) con vetrata colorata. Al disopra di ogni cappelletta, vi è un’alta monofora anch’essa con vetrata colorata. Le porzioni di parete comprese tra le cappellette del lato destro sono attraversate da lesene Presbiterio: vi si accede superando gradinata marmorea a tre alzate. A sinistra, l’accesso al campanile. Simmetricamente, a destra, l’accesso alla sagrestia (recentemente restaurata) con soffitto piano. Abside: presenta una nicchia centrale e due alte monofore con vetrata a colori.

Santuario B. V. Monte Penice

DESCRIZIONE
Esterno. Portico: costituito da quattro pilastri quadrangolari in pietra a vista e tetto a quattro falde (le due centrali sono a capanna, le altre a falda unica inclinata) con profilo in cotto; frontalmente presenta tre archi a sesto ribassato; altri due archi, sul fianco destro e sinistro; il soffitto del portico è a volta a croce. Facciata: tre ingressi di forma rettangolare. Il timpano è abbellito al centro da una monofora quadrilobata e, ai vertici, da tre pinnacoli. Parte absidale: decorata da quattro lesene in pietra a vista, come il basamento. La torre campanaria presenta un basamento scarpato. Interno. Controfacciata: internamente il portale risulta ad arco a sesto ribassato e, sulla sinistra, vi è una finestrella quadrata. Al disopra, una monofora quadrilobata. Navata laterale destra: composta da due campate più una campata presbiteriale, con nicchia. Un’unica apertura, dà verso l’esterno. Navata laterale sinistra: stessa struttura della navata laterale destra; porta di accesso alla sagrestia. I pilastri hanno pianta rettangolare. Coro: scandito da quattro lesene e due piccole finestre di forma quadrata; in posizione centrale, una nicchia.

Oratorio Madonna Immacolata

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: risulta inquadrata da due sottili lesene in pietra a vista. Il profilo del tetto a capanna risulta in cotto. Ai lati del portale d’ingresso rettangolare, due finestre a lieve strombatura. Il frontone è costituito da intonaco: al centro una finestrella rettangolare. Sulla destra, una torretta campanaria. Lato destro: vi è addossata la sagrestia. Lato sinistro: senza particolari elementi decorativi. Abside: esternamente è decorata da due lesene in pietra a vista. Interno. Controfacciata: portale rettangolare e, ai lati, due finestre rettangolari. Al disopra della cornice a modanatura composita che decora le pareti interne, vi è una finestra rettangolare. Lato destro: parete cieca con unica nicchia. Lato sinistro: come il lato destro. Presbiterio: vi si accede superando gradinata ad unica alzata. Sul lato destro, dopo una lesena sporgente, vi è l’ingresso alla sagrestia. Coro: presenta una nicchia centrale

Chiesa S. Nazario

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: quasi tutti gli elementi architettonici visibili in facciata, sono costituiti da “finti mattoni” disegnati su intonaco. Il portale, di forma rettangolare, è inquadrato da due lesene che sostengono l’architrave ed il frontone; due archetti a destra e a sinistra del portale, ornano superiormente due finestre cieche; sopra il portale, un archivolto a tutto sesto. Ai due angoli della facciata, due lesene sostengono una cornice aggettante. Il frontone presenta una nicchia nella parte centrale. Il lato sinistro della chiesa coincide con altro edificio. Il fianco destro presenta tre blocchi addossati che corrispondono alle due cappelle ed alla sagrestia. Tra le due cappelle s’innalza la torre campanaria. Interno. La navata è scandita da sei semicolonne (tre per parte) addossate ai muri, dalle quali partono tre archi a tutto sesto. Lato destro: superando un gradino, si accede ad una prima cappelletta caratterizzata da una nicchia e, al disopra, una finestrella a mezzaluna. Proseguendo, sempre a destra, vi è l’accesso al campanile. Superando poi due scalini, si arriva ad una seconda cappelletta il cui altare è sormontato da una nicchia decorata in stucco dipinto; al disopra, ancora un’apertura a mezzaluna. Proseguendo sempre a destra, e superando due gradini, si accede alla “sagrestia degli uomini”, illuminata da due finestre rettangolari a strombatura. Un lato dell’ambiente presenta un’apertura ad arco a tutto sesto che comunica direttamente con il presbiterio. Lato sinistro: una prima zona con nicchia; una seconda zona con nicchia caratterizzata da arco a tutto sesto; una terza zona con altra nicchia. Presbiterio: vi si accede superando gradinata in marmo a due alzate. Coro: presenta due finestre rettangolari. Presbiterio e coro sono scanditi da sei semicolonne addossate al muro. A sinistra dell’altare vi è la sagrestia (con soffitto piano).

Mulino Spalla

DESCRIZIONE
Primo edificio. Esterno. A pianoterra si trova una porta a doppia anta in legno, sormontata da architrave (anch’essa in legno); ai due lati della porta, due finestre quadrate con inferriata; primo e secondo piano sono marcati da quattro finestre (due per piano) rettangolari. Interessante la serie di beccatelli in pietra che sostengono i correnti in aggetto del tetto. Sul lato destro dell’edificio, la grande ruota in ferro ora arrugginita. Si distinguono bene le varie parti in ferro e le bullonature del perno centrale. Le mole esistenti sono interamente in pietra: esse provengono dalle Cave di Modane (Francia), e sono state interamente scalpellate a mano da mastri pietrai locali oggi scomparsi. Ogni due o tre mesi, venivano scalpellate di nuovo. Successivamente alcuni di questi meccanismi vennero sostituiti con più recenti ingranaggi in ferro a fusione unica; alcuni elementi però sono rimasti originali, come alcune tramogge ed il meccanismo del buratto. Interno. Superando l’ingresso a piano terra, si accede ad un ambiente che contiene gli ingranaggi e la macina in ferro del mulino; questa poggia su un basamento in pietra sul quale sono accatastati alcuni tronchi e tavole di legno; sulla sinistra vi è un soppalco costituito da assi lignee sostenute da travi appoggiate ai muri portanti. Piano primo e piano secondo, non sono accessibili per ragioni di sicurezza. In base ad informazioni di abitanti locali, il primo piano era adibito a sala lavorazione, il piano secondo ad abitazione. Secondo edificio. Esterno. Si accede al primo piano tramite scalinata in pietra costituita da 12 gradini; circa a metà scalinata, inizia una ringhiera che delimita i rimanenti scalini ed un balcone, anch’esso in pietra. Il primo piano è caratterizzato da un ingresso di forma rettangolare ed una vicina finestra anch’essa rettangolare; il piano secondo, da due finestre quadrate. Sotto il balcone, a piano terra, vi è un’apertura e, sulla sinistra di questa, una finestra rettangolare con inferriata. Interno. Dal balcone si accede al primo piano, entrando in un locale con porta d’ingresso in legno; a sinistra si trova un camino e, poco distante, una nicchia adibita a ripostiglio; sulla destra la finestra rettangolare e, sul fondo a destra, una porta in legno che dà su un disimpegno. Il soffitto del vano al primo piano è costituito da assi in legno sostenute da travi secondarie e grande trave centrale di sezione quadrata. L’interno, ormai privo di intonaco, mostra la struttura in pietra e malta. Sotto il balcone, a piano terra, un’apertura immette in un ambiente (forse una stalla) molto interessante strutturalmente: il pavimento è in pietra; circa a metà del vano, la pavimentazione risulta su un livello superiore (il dislivello è di circa 20 cm). Il soffitto è costituito da volta a botte, realizzata interamente in sasso. L’interno del locale è pieno di legna. Addossata alla parete di destra, si trova una struttura in pietra quasi sicuramente adibita a mangiatoia. Terzo edificio. Esterno. La facciata presenta le seguenti aperture: a pianoterra, un ingresso rettangolare; al primo piano un’unica finestra; al secondo, un’altra finestra. La pavimentazione del primo e del secondo piano, risulta interamente crollata. Interno. L’ingresso a piano terra conduce ad un ambiente simile al precedente (secondo edificio ) ma senza mangiatoia. Presenza di altri edifici ormai allo stato di rudere, attorno ai tre edifici descritti.

Chiesa S. Giorgio

DESCRIZIONE
Esterno. Pronao: costituito da quattro pilastri in pietra di pianta rettangolare; il fronte presenta tre archi a tutto sesto. Il pronao si appoggia alla facciata della chiesa tramite quattro pilastri addossati ad essa e, dal punto di vista strutturale, è situato sopra una breve galleria anch’essa in pietra, adiacente alla strada Montemartino/Menconico. Osservando frontalmente dal livello stradale la galleria ed il porticato si notano, in linea con i pilastri del portico, quasi a volerne proseguire il disegno, quattro contrafforti a scarpata nella parte inferiore, posti a rinforzo della stessa galleria. Quest’ultima presenta otto aperture e più precisamente: due monofore ad arco a tutto sesto con inferriata in ferro, alle due estremità; tre coppie di finestrelle trapezoidali, posizionate negli spazi compresi tra i quattro contrafforti. Facciata: al disotto dei due spioventi del tetto, la chiesa presenta una finestra ad oculo con raggiera in ferro battuto. Sulla destra della chiesa svetta il campanile in stile baroccheggiante, la cui cornice è molto pronunciata. Il portale d’ingresso alla chiesa è inserito entro un arco ribassato con pilastri a fascio in pietra, addossati alla parete. Interno. Costituito da tre navate, ognuna formata da tre campate. Le campate sono segnate da due pilastri per parte di pianta rettangolare, in pietra a vista negli angoli. La pietra forma una striscia decorativa fino alle mensole, da cui partono gli archi a tutto sesto. Guardando la navata laterale sinistra o destra, risultano tre archi a tutto sesto per parte (il terzo ha dimensioni minori rispetto agli altri). Sul lato dell’ingresso si notano (a destra e a sinistra del portale) i due pilastri addossati al muro, dai quali partono gli archi a tutto sesto della prima campata. Sempre sul lato dell’ingresso si nota: a destra del portale, una nicchia con arco a tutto sesto (vi si accede superando due gradini marmorei); sul lato sinistro vi è una piccola porta ed una finestrella rettangolare strombata che mette in evidenza lo spessore del muro della facciata. Prima campata sinistra: presenta una nicchia ornata con ricca decorazione in stucco, in stile barocco. Seconda campata sinistra: la parete presenta ricca decorazione in stile barocco. Terza campata sinistra: presenta una nicchia senza decorazione. Prima campata destra: la parete presenta un piccolo altare marmoreo sopra il quale una ricca decorazione simile alla precedente descritta, orna un affresco. Sopra l’affresco, una finestrella quadrata con inferriata. Seconda campata destra: superando un gradino in marmo ed una sottile balaustra anch’essa marmorea, si accede ad una cappelletta caratterizzata da piccolo altare in marmo e, superiormente, decorazione in stucco in stile barocco, che inquadra una nicchia; sulla destra del piccolo altare, una porta fa accedere ad una sagrestia secondaria. Terza campata destra: presenta una nicchia senza decorazione. Si accede al presbiterio, superando balaustra in marmo bianco di Carrara con scalinata a quattro alzate. Sulla sinistra dell’altare, l’ingresso alla sagrestia di pianta rettangolare con pavimento in cotto e copertura a padiglione con rosone centrale. Sul lato sinistro di tale ambiente, due finestre quadrate. Sopra il presbiterio si nota una piccola cupola, individuabile anche dall’esterno.
  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • P
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O

Contattaci

Comune di Varzi,
P.zza Umberto I
Varzi
Telefono: +39 0383/52676
Email: info@terrealtedoltrepo.it

Portale realizzato con i fondi di Regione Lombardia

Recent tweets

AGRITURISMO BOCCAPANE http://t.co/LOUZ2fDQmZ #scoriruini #altavaltidone #natura #prodottitipici
7 years ago Follow Us - @Terre Alte d'Oltrepò