To get directions enter your address and right click on the desired marker.

Oratorio B.V. della Misericordia

DESCRIZIONE
Esterno. Pronao: a tre fornici ad arco a tutto sesto (ed arco a tutto sesto sui lati). I pilastri, in pietra a vista, hanno pianta rettangolare, piedistallo piuttosto pronunciato e capitelli a modanatura semplice. La pavimentazione è in piastrelle quadrate in cotto ed il soffitto delle tre campate è costituito da volta a croce intonacata. Il secondo pilastro, partendo dal lato sinistro, ha incastonato la base di una colonna, evidentemente riutilizzata per la costruzione. Facciata: il portale d’ingresso, rettangolare, ha una piattabanda in mattoni, finestre laterali quadrate entro incavi con cornice intonacata. Sopra le finestre, alcune pietre disposte a raggera, fanno supporre a precedenti aperture più ampie. Lato destro: in pietre a vista e malta, presenta quasi a metà della parete, la torre campanaria, con fornice ad arco a tutto sesto su ogni lato. Lato sinistro: risulta sopraelevato da un basamento in pietre e cemento. Interno. Lato destro: suddiviso in due campate da lesena sporgente. Lato sinistro: uguale al lato destro ma con due finestre rettangolari. Presbiterio: vi si accede superando gradinata in pietra ad unica alzata con balaustra in “pietra serena”. Sul lato destro, porta rettangolare di accesso al campanile. Sul lato sinistro, una finestrella rettangolare. Coro: due lesene sporgenti segnano il passaggio dal presbiterio al coro. Quest’ultimo presenta, sul lato sinistro, una porta rettangolare che comunica con l’esterno e, sopra una finestra rettangolare. Le pareti interne dell’oratorio sono decorate da cornice a modanatura composita.

Castello Dal Verme Romagnese

DESCRIZIONE
L’edificio antico che rimane non è che una parte dell’antico castello. L’ala quadrilatera è costituita da un grande torrione, dagli spessori murari molto elevati e da un basamento a forte scarpata, con cordonatura. L’angolo di nord-ovest è smussato; quello di sud-ovest conserva l’intero sperone con relativo torrione, coronato da merlatura guelfa e relativo camminamento: i parapetti arrivano al ginocchio e l’imposta del tetto (a quattro falde) sopra la merlatura, è ad altezza d’uomo. La facciata occidentale è caratterizzata da fornice d’ingresso e nove finestre rettangolari. La controfacciata del castello, ad est, domina la piazzetta antistante: l’elemento più caratteristico è senza dubbio il portale di origine settecentesca in arenaria. Nella torre del castello di Romagnese, ha sede il museo civico di arte contadina. Gli spazi espositivi raccolgono numerosi oggetti tra i quali: arnesi da falegname, tipi diversi di stufe, riproduzioni in miniatura di attrezzi agricoli, macchine per calzature, angoli di cucina rurale ecc. Pare che all’interno vi siano dei graffiti risalenti al XVII secolo.

Chiesa S. Lorenzo Martire a Romagnese

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: realizzata nel 1895, riprende lo stile barocco. La parte inferiore risulta divisa in scomparti da sei lesene (solo quelle centrali sono piuttosto aggettanti), con capitello a modanatura lineare e basamento in pietre e mattoni a vista. Le porzioni più esterne presentano, al centro, una nicchia con statua. La parte centrale è caratterizzata da un portale d’ingresso rettangolare con frontoncino curvilineo spezzato. Superiormente, una finestra con architrave curvilinea. La parte superiore della facciata presenta quattro lesene (stesse caratteristiche delle precedenti, solamente più corte); nella parte centrale, una monofora quadrilobata. La facciata termina, nelle parti più esterne, con profilo curvilineo. Il timpano, con cornice a modanatura lineare, presenta sime mistilinee terminanti in vertice curvilineo. Una piccola galleria coperta, con passaggio ad arco a tutto sesto, collega sul lato sinistro la tribuna della chiesa con l’attiguo edificio. Lato destro: la parete corrispondente alla navata, presenta cinque monofore; da notare la sporgenza corrispondente alla cantoria e quella relativa al corridoio d’accesso alla sagrestia. Lato sinistro e zona del coro: senza particolari elementi decorativi. Il campanile presenta una cornice a mensola a modanatura lineare, proprio sotto la cella campanaria. Quest’ultima è caratterizzata, su ogni lato, da unico fornice ad arco a tutto sesto. Interno. Controfacciata: è caratterizzata da un nartece a sei campate divise tra loro da archi a tutto sesto e coperte da volta a crociera; la campata centrale in controfacciata è occupata dalla bussola d’ingresso in legno con riquadri vitrei; le campate più vicine alla controfacciata sono più strette rispetto a quelle più avanzate; agli angoli con la controfacciata, due semicolonne in cemento intonacato con capitello. Ai lati della bussola, due capitelli pensili. Sul lato destro del nartece, all’angolo con la controfacciata, si ha un ingresso rettangolare per accedere, con una rampa a chicciola in pietra, alla galleria (o tribuna); segue capitello pensile. Segue un ingresso ad arco a tutto sesto in profonda nicchia (copertura a volta a botte) contenente confessionale; nella parete frontale, una monofora. Segue semicolonna. Il nartece è caratterizzato da quattro colonne in pietra detta “serena”, con piedistallo cubico. Il lato sinistro del nartece risulta uguale al lato destro: presenta anch’esso un ingresso alla galleria. L’arco di accesso alla nicchia profonda con confessionale risulta però a sesto ribassato. La galleria che si sviluppa sopra il nartece, risale al XVIII secolo: anch’essa è caratterizzata da un colonnato che la suddivide in campatelle. In questo caso il fusto delle colonne, rastremato come quelle del nartece, risulta però più contenuto, con un piedistallo più sviluppato in altezza. In controfacciata, il finestrone rettangolare entro un incavo con parte superiore ad angoli smussati; sulla destra, una finestra quadrata ed una scalinata di accesso ad una seconda galleria, sovrapposta alla precedente nel 1780; sulla sinistra, un’analoga scalinata. Le due gallerie sovrapposte presentano sul fronte due belle ringhiere in ferro battuto. Lato destro: Prima nicchia profonda: risulta sopraelevata da gradino. L’ingresso è ad arco a tutto sesto che termina, sui lati, in due lesene sporgenti e con capitello a modanatura semplice. Le pareti laterali sono decorate da cornice a modanatura; la parete di fondo ha una monofora a poligono entro incavo di forma analoga. Seconda nicchia profonda: uguale alla precedente, ma con altare e pareti decorate a stucchi; finestra quadrata e copertura a volta a botte. Terza nicchia profonda: stesse caratteristiche, con altare ed una finestra a poligono; la parete verso il presbiterio ha un’apertura con un gradino, per accedere alla cantoria. Lato sinistro: uguale al lato destro. Presbiterio: vi si accede superando gradinata in marmo, a tre alzate. Sulla destra, la cantoria: uno spazio rettangolare con ingresso ad arco a tutto sesto; da lì parte uno stretto e lungo corridoio con volta a botte, che conduce alla sagrestia. Quest’ultima consiste in uno spazio rettangolare con volta a padiglione affrescato. Sulla sinistra del presbiterio, al di là di una balaustra in cemento intonacato e dipinto, vi è uno stretto vano rettangolare che comunica tramite una porta con l’esterno dell’edificio, e tramite una grata, con la sagrestia. Coro: senza particolari elementi decorativi. Le pareti interne della chiesa sono decorate con cornice a modanatura composita.

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • P
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O

Contattaci

Comune di Varzi,
P.zza Umberto I
Varzi
Telefono: +39 0383/52676
Email: info@terrealtedoltrepo.it

Portale realizzato con i fondi di Regione Lombardia

Recent tweets

AGRITURISMO BOCCAPANE http://t.co/LOUZ2fDQmZ #scoriruini #altavaltidone #natura #prodottitipici
7 years ago Follow Us - @Terre Alte d'Oltrepò