Comune di Rivanazzano Terme

Comune di Rivanazzano Terme

Una passeggiata in centro

Evento: Fiera d’aprile 

La prima domenica di aprile Rivanazzano Terme rivive la Fiera d’Aprile.

A Rivanazzano Terme – PV – il tradizionale appuntamento con la festa nei cortili storici, con gli animali nelle corti, i percorsi del gusto, i vecchi merletti, le bancarelle lungo le vie del paese, i giochi e le fotografie.

La manifestazione primaverile, che da ormai dieci anni porta a Rivanazzano Terme migliaia di visitatori, è organizzata dall’Associazione Occasioni di Festa e coglie il favore e la partecipazione dei negozianti locali, che sempre più numerosi aderiscono all’iniziativa con progetti a tema.

La Torre Pentagonale

Fu costruita nel XIV o nel XV secolo. Simbolo di Rivanazzano Terme, rappresenta uno dei rari esempi di fortificazione non esagonale. E’ una torre pentagonale irregolare, in mattoni, con scarpata e feritoie, coronata da merlatura guelfa e coperta da tetto in coppi, alta 19 metri. La torre conta ben otto feritoie. Fece probabilmente parte delle antiche mura che circondavano e difendevano, nel tardo medioevo, il borgo di Rivanazzano e del castello, di cui oggi non rimane nulla. 

Il Palazzo Municipale

Fu progettato dal­l’ingegner Dionigi Pozzoli di Voghera  e terminato il 24 marzo 1909.  L’immobile è in stile gotico, dotato di porticati ad arco acuto e finestre bifore al piano superiore, al cui centro spicca la balconata sormontata dalla torre d’orologio. L’edificio è contrassegnato da merlature “a coda di rondine” che contornato tutto il tetto. Nella sala consiliare è conservato un affresco raffigu­rante “Nostra Signora della Neve”, risalente al secolo XVI, eseguito per volontà della popola­zione per un voto fatto nel lontano 1501, in occasione della liberazione dal morbo della peste.

L’Oratorio di San Rocco

L’origine risale al XVII secolo, L’edificio fu patronato dalla famiglia Bischizio che vi detiene il sepolcro gentilizio, come comprova una lapide funeraria posta al suo interno, a sinistra dell’ingresso. La sua facciata è neoclassica, in pietra vista, con piccolo campanile a vela. Il portale è sormontato da un affresco, assai scolorito, raffigurante “San Rocco e il cane”. 

La Chiesa della SS. Trinità

In pietra e mattoni a vista con una facciata in stile neoclassico e con un grande portale. All’interno della chiesa spicca il coro ligneo seicentesco ed un dipinto attribuito a Paolo Borroni, raffigurante “L’Annunciazione”. La Chiesa era già nota nel secolo XVI e nel 1594 aveva ospitato l’Arciconfraternita della Trinità di cui prese poi il nome. Al suo interno si trova un organo seicentesco, recentemen­te ristrutturato, che è fra i più antichi di tutta la Lombardia, di scuola lombarda e di autore anonimo.

Chiesa Parrocchiale di San Germano

L’attuale tempio fu ricostruito nel 1686, probabilmente in direzione trasversale al vecchio impianto, in corrispondenza dell’attuale Cappella del Santo Rosario.  L’edificio sacro detiene notevoli opere d’arte, tra cui due dipinti del pittore vogherese Paolo Borroni, intitolati, rispettivamente, il primo “San Germano benedicente Santa Genoveffa”, il secondo “La morte del Giusto”.

L'interno, suddiviso in tre navate, presenta un altare maggiore in marmi policromi, sormontato da tempietto risalente al 1839, affiancato ai lati da due opere murarie a tempera eseguite, nel 1866, dal pittore sacerdote Edoardo Mentasti.

Castello di Nazzano

Costruito dai Malaspina intorno all'anno Mille, Il Castello di Nazzano fu potenziato da Gian Galeazzo Visconti, che ne riconobbe immediatamente la strategica posizione, intorno al 1360. Dalla cime del colle su cui sorge è infatti possibile ammirare, nelle giornate limpide e ventose, la catena che dalle Alpi Marittime arriva fino al Monte Rosa. Passato nei secoli di famiglia in famiglia giunse nel 1613 nelle mani dei Mezzabarba, conti pavesi, mani aristocratiche che ne trasformarono l’assetto, convertendolo da fortezza in maniero. Nel 1712 l'edificio fu rivenduto agli attuali proprietari, i marchesi Rovereto che definirono l’assetto per come lo possiamo ammirare oggi.

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • P
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O

Contattaci

Comune di Varzi,
P.zza Umberto I
Varzi
Telefono: +39 0383/52676
Email: info@terrealtedoltrepo.it

Portale realizzato con i fondi di Regione Lombardia

Recent tweets

AGRITURISMO BOCCAPANE http://t.co/LOUZ2fDQmZ #scoriruini #altavaltidone #natura #prodottitipici
5 years ago Follow Us - @Terre Alte d'Oltrepò