Super User

Super User

Altri elementi di rilievo

DESCRIZIONE
Tutti gli elementi di seguito decritti, sono individuabili all’interno del nucleo antico. Via Garibaldi 14: abitazione con apparato murario in pietre squadrate ed irregolari legate con malta. Notevole il portale d’ingresso a sesto ribassato con archivolto in mattoni a vista, e l’androne da cui si diparte una scala in pietra che conduce ai piani superiori. Stato di conservazione: Buono. Piazza della Chiesa 2: proprio sulla destra della chiesa parrocchiale, al di là di un cancello si può notare, tra due edifici, un androne ad arco a tutto sesto con archivolto in mattoni a vista. Da informazioni avute da gli abitanti del luogo, questa abitazione risulterebbe essere, insieme alle prigioni e alla casa in via G. Garibaldi, tra le più antiche del paese. Stato di conservazione: Discreto. Via Circonvallazione 14: antiche prigioni. L’edificio è costruito in pietra locale a masselli ed è caratterizzato da una finestrella posta alla sommità, strombata nella parte superiore e difesa da un’inferriata antica. L’epoca di fondazione potrebbe risalire al XIV-XV secolo. Secondo tradizioni locali, la torre servì a lungo da prigione. All’interno furono rinvenuti alcuni anni fa dei ceppi di tortura. Stato di conservazione: Discreto.

Oratorio S. Mauro

DESCRIZIONE
Esterno. L’oratorio è preceduto da un portico costituito da due pilastri di base rettangolare, smussati nell’angolo esterno. L’ingresso al portico è caratterizzato da arco a tutto sesto. Il lato destro e sinistro del portico sono aperti, e la parte muraria risulta murata. I pilastri sostengono il frontone. La facciata dell’oratorio presenta una porta d’ingresso rettangolare e, sul lato sinistro, una finestra anch’essa rettangolare con inferriata. Sulla finestra e sulla porta d’ingresso, vi sono due finestre cieche. Interno. Il lato destro e sinistro sono caratterizzati da due finestre rettangolari. Non vi sono particolari elementi decorativi.

Chiesa S. Nicola di Bari

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: dalle linee semplici tendenti al neoclassico. Risulta inquadrata da due lesene caratterizzate da base in pietra e capitello con modanatura. Il portale, rettangolare, presenta una cornice con gli angoli superiori smussati. Sopra il portale, una monofora quadrata a strombatura, inquadrata da cornice con volute nella parte superiore. Il frontone è caratterizzato da sime con modanatura. In facciata e all’interno del frontone, risultano tracce di affreschi. Lato destro: Non presenta particolari elementi decorativi. Zona esterna del coro: tetto a capanna, due finestre rettangolari: l’intonaco ormai in pessime condizioni, ricopre solo la parte superiore del coro; la porzione che va dalla linea di terra fino alle finestre risulta, per lo sgretolamento dell’intonaco, a vista. Tra la torre e la cella campanaria, una cornice in aggetto con modanatura. Interno. Controfacciata: da notare, internamente, il portale ad arco a sesto ribassato la cui lieve strombatura fa vedere lo spessore murario. Al disopra della cornice a modanatura (che decora le pareti interne della chiesa) una finestra. Agli angoli con le pareti laterali, due lesene con capitello decorato con motivi vegetali. Lato destro: Prima campata: nicchia profonda con confessionale. La nicchia è caratterizzata da arco a tutto sesto e presenta volta semisferica. Segue lesena. Seconda campata: nicchia profonda con altare; la parete destra, priva di decorazioni, presenta una finestrella cieca a strombatura. Anche la parete di sinistra risulta priva di decorazioni. Sopra l’altare, una nicchia. L’arco d’ingresso è a sesto ribassato. Il soffitto ha volta a botte con unghie. Segue lesena. Terza campata: nicchia profonda con altare; arco d’ingresso caratterizzato da arco ribassato, impostato su lesene con capitelli decorati con motivi vegetali. Il lato destro e sinistro risultano privi di decorazioni. Nel muro sopra l’altare, una nicchia. Il soffitto ha volta semisferica con, al centro, uno spazio poligonale privo di intonaco che fa intravedere i mattoni della volta. Lato sinistro: Prima campata: nicchia profonda con fonte battesimale. Soffitto a volta semisferica. Segue lesena. Seconda campata: il muro forma una lieve rientranza caratterizzata da arco ribassato. Segue lesena. Terza campata: nicchia con altare. La parete destra e sinistra sono prive di decorazioni. Nella parete sopra l’altare, vi è una nicchia. L’arco d’ingresso è a tutto sesto. Presbiterio: vi si accede superando due alzate in marmo. A destra e a sinistra, una balaustra in marmo nero e rosa. La parete destra del presbiterio presenta una porticina con arco ribassato che fa accedere alla torre campanaria. Simmetricamente, sul lato sinistro, un’altra porticina da accesso alla sagrestia. Questo è uno spazio rettangolare con volta a padiglione e pareti decorate da cornice con modanatura. Sulla parete di fondo, una finestra quadrata. Due pilastri scanalati con base rettangolare, dividono lo spazio presbiteriale dal coro le cui pareti sono prive di decorazioni. La parete di fondo presenta due finestre rettangolari. All’interno spicca la cornice a modanatura composita che decora tutte le pareti.

Chiesa S. Eusebio Vescovo

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: ingresso rettangolare, sormontato da finestra quadrata; agli estremi della facciata, lesene in mattoni a vista. Interno. Lato destro: unica lesena come elemento decorativo; piccola nicchia e finestra rettangolare. Lato sinistro: anche qui unica lesena, finestrone rettangolare ed ingresso alla sagrestia.

Oratorio S. Antonio da Padova

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: in pietre a vista, come il resto dell’edificio. L’ingresso, ad arco a tutto sesto, è fiancheggiato da lesene in mattoni, con capitello; sui due lati dell’ingresso, finestroni ad arco a tutto sesto con profili in cotto. Sopra il portale, una grossa lapide in marmo bianco. Interessante il profilo del tetto in beccatelli fittili. Lato destro e sinistro: pareti decorate con sottile fregio fittile. Profilo del tetto decorato con beccatelli fittili. La cella campanaria, in mattoni, è decorata con lesene a doppio capitello. Interno. Lato destro: caratterizzato da pilastro in pietra a vista e mattoni, addossato alla parete, e da finestra ad arco a tutto sesto. Lato sinistro: si apre in una profonda cappella coperta con volta a botte in mattoni a vista. Presbiterio: sulla destra una finestra ad arco a tutto sesto, sulla sinistra l’ingresso alla sagrestia. L’altare, che arriva fini al soffitto, divide la navata dall’abside, caratterizzata da cupola semisferica e finestra sul fondo. Le pareti interne dell’edificio sono decorate con cornice a modanatura composita.

Chiesa S. Maria e S. Giorgio

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: l’ingresso è preceduto da un pronao sormontato da lunetta affrescata; il pronao è sostenuto da due colonne dal basamento piuttosto alto, ed è caratterizzato da arco a tutto sesto con estradosso in mattoni a vista. La facciata è scandita da quattro lesene in mattoni a vista; ai lati dell’ingresso, due monofore sormontate da estradosso in cotto (di una precedente finestra modificata in seguito). Gli stessi profili in cotto sono visibili anche sopra il portale, in posizione centrale. Il frontone, che s’innalza rispetto al resto dell’edificio, è anch’esso in pietre a vista e mattoni, e prsenta due aperture ad oculo ai fianchi di un riquadro affrescato. E’ sormontato da tre pinnacoli. Lato sinistro: scandito da tre lesene in mattoni a vista; cornice superiore con beccatelli fittili. Anche su questo lato, circa all’altezza del presbiterio, pronao sostenuto da pilastri quadrati in mattoni, e con piccolo frontone superiore. La torre campanaria, in pietra a vista, è caratterizzata da lineamenti tipicamente romanici. Sui quattro lati della cella campanaria, bifora ad arco a tutto sesto. Interno. Lato destro: prima campata: sulla destra, una finestra rettangolare; la parete è caratterizzata da un altare in marmo. Segue pilastro addossato a parete. Seconda e terza campata: anche qui, altare. Quarta campata: priva di decorazioni e con una finestra rettangolare. Lato sinistro: Prima campata: priva di decorazioni. Seconda e terza campata: caratterizzate da altare (il secondo sormontato da nicchia). Quarta campata: priva di decorazioni e con finestra. Presbiterio: sui lati, due pilastri presentano parte del paramento murario in pietre a vista. Sulla destra, accesso alla sagrestia; sulla sinistra, accesso al campanile. Coro: sulla parete di fondo, monofora quadrilobata; sul lato destro, finestra rettangolare. Le pareti interne sono decorate da cornice a modanatura composita.

Altri elementi di rilievo

DESCRIZIONE
A Stefano Centurione si deve l’edificazione del palazzo neogotico di Torrazzetta. Della sua data di costruzione non si hanno notizie certe. La costruzione sorse sicuramente sui resti di un più antico manufatto al quale, dal 1644, era unita la grande cappella gentilizia voluta dai Paleari. La chiesetta, dedicata a San Giuseppe, è ad unica navata, con caratteristiche barocche. La facciata, in cotto a vista e con due portali terminanti ad arco a sesto acuto, è abbellita da due ordini di finestrelle quadrifore. A ridosso dell’oratorio è il grande torrione quadrato merlato, abbellito, secondo i canoni neogotici, da quattro garitte laterali. Nella parte sottostante la merlatura vi è un doppio ordine di archetti e, tra questi ed un sottostante marcapiano, altre finestre quadrifore di eguale stile. Il tutto si presenta in cotto a vista. Attorno al complesso, costituito dall’oratorio e dal torrione, si snoda il palazzo padronale, una villa con porticato a veranda che si affaccia sul rigoglioso parco secolare. A ridosso dell’abitato di Staghiglione, in località Baracca, vi è una torre dalle caratteristiche neogotiche, realizzata negli anni Trenta. E’ in cotto a vista e munita di merlature ricoperte da tetto. Nel complesso ha sede un centro turistico-sportivo.

Chiesa S. Martino Vescovo Borgo P.

DESCRIZIONE
Esterno. Facciata: dai lineamenti semplici; il portale rettangolare è sormontato da una vetrata a lunetta. Al disopra, una monofora ad oculo. A destra e sinistra del portale, in corrispondenza delle navate laterali, due monofore ad arco a tutto sesto. Le tre navate, in facciata, sono marcate da paraste in mattoni. Unico elemento rilevante del campanile in stile neoclassico, la cupola a lanterna. Interno. Controfacciata: due pilastri a pianta quadrata sostengono un ripiano su cui è posto l’organo. Lato destro: Prima campata: occupata dal battistero. Seconda campata: priva di elementi decorativi. Terza campata: priva di elementi decorativi e con parete divergente dall’asse dell’edificio. Quarta campata: caratterizzata da altare con nicchia. Lato sinistro: Prima campata: presenta l’ingresso laterale. Seconda e terza campata: prive di elementi decorativi. Quarta campata: caratterizzata da balaustra in marmo bianco e da altare con nicchia. Presbiterio: vi si accede superando un gradino; sulla sinistra ingresso alla sagrestia. Coro: sulla parete destra e su quella di fondo, finestre rettangolari. Le pareti interne sono decorate con cornice a modanatura composita.
  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • P
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O

Contattaci

Comune di Varzi,
P.zza Umberto I
Varzi
Telefono: +39 0383/52676
Email: info@terrealtedoltrepo.it

Portale realizzato con i fondi di Regione Lombardia

Recent tweets

AGRITURISMO BOCCAPANE http://t.co/LOUZ2fDQmZ #scoriruini #altavaltidone #natura #prodottitipici
7 years ago Follow Us - @Terre Alte d'Oltrepò